Chi siamo - Foto - Rassegna stampa - Segnalibri d'autore - Piccole storie d'amore (per i libri) - I ns amici - Contatti


Chi siamo - Breve storia del come e del perchè

L'idea iniziale era dettata solo dalla passione per l'oggetto libro. La valenza sociale si è rivelata quando gli abitanti della via hanno risposto con vivo interesse all'iniziativa.

L'esperimento era stato pensato per pochi giorni e innescato con una quarantina di libri posti in un paio di cassette di plastica lasciate incustodite dalla mattina alla sera lungo via Garibaldi; nel giro di pochi giorni l'iniziativa si è trasformata in una popolare consuetudine, dove circolano svariate centinaia di volumi, in uno scambio che continua tuttora, a distanza di mesi e nonostante il freddo. Persone di ogni tipo (bambini, professori, casalinghe, extracomunitari, pensionati, studenti) si avvicendano intorno alle cassettine, continuamente rivoluzionate da baratti e donazioni e quindi con un'offerta variegata e trasversale.

Lo scopo del progetto è quello di avvicinare il più possibile le persone all'esercizio della curiosità ed al piacere della lettura. Condurre a pensare al libro non solo come ad un oggetto di possesso materiale, statico (e per lo più chiuso su uno scaffale) ma come ad un veicolo di risorse umane, dinamico e il più fruito possibile. Pensare al libro, e alla città che ti propone i libri per strada, come ai luoghi in cui aprirti allo scambio e alle contaminazioni.

L'esperimento si ispira a tre idee diverse: le Honesty bookshops di Richard Booth ( Fondatore della prima Città del Libro a Hay-on way), le librerie private incustodite dove i clienti mettono l'importo del prezzo di copertina in una cassettina accorpata allo scaffale.

I Bookscrosses di Edimburgo (tavoli messi agli incroci delle vie urbane dove si lascia un proprio libro e si prende quello lasciato dal possessore precedente) .

I " libri liberi" ( giacenze di case editrici e librerie) offerti ai passanti in alcuni quartieri di Parigi.

La Libreria degli Onesti di Pontremoli si distingue :
1) per il carattere mecenatico ( i libri sono tutti donati dai privati )
2) perché oltre a far circolare molti libri si raccolgono fondi per sostenere altri progetti.

L'idea nasce dall'Associazione Culturale Alma che ha sede a Pontremoli in Via Garibaldi, 8 - 54027 Pontremoli - Telefono 0187 831534

Scarica il ns volantino! Clicca qui!

Grazie del libro


Come la tovaglia magica delle favole, che si imbandisce da sola ogni volta che si stende, le cassettine degli onesti di via Garibaldi sono sempre piene di libri che si rinnovano continuamente. Quello che doveva essere un esperimento di poche settimane è diventato il luogo di uno scambio continuo di libri di ogni genere; saggi, fumetti, romanzi, libri di viaggio, narrativa per ragazzi, libri di poesie e quant'altro continuano ad aggiungersi gli uni agli altri in un allegro calderone dove tutti possono lasciare o prendere qualcosa di interessante. E come la tovaglia magica, anche la Libreria degli Onesti ha qualcosa per tutti: oltre ai libri più vari, la musica dal vivo - che si potrà ascoltare in città anche grazie ai proventi della raccolta - e un piccolo aiuto, speriamo continuativo, agli amici di "Un Bambino per amico". A questo proposito giriamo volentieri a tutti i donatori/consumatori delle "Librerie degli onesti" i ringraziamenti che ci invia Stefano Baù, coordinatore del Progetto;
e, per le prossime pulizie di primavera, ricordatevi delle nostre cassettine!



www.libreriedeglionesti.it - Tutti i diritti riservati - Webmaster Matteo Sudano